Progetu Repùblica de Sardigna - ProgReS - Corona de Logu

Gli amministratori locali di Progetu Repùblica alla Corona de Logu

Un lungo cammino verso la Corona de Logu

Era il 7 aprile 2011 quando Progetu Repùblica annunciò in conferenza stampa l’esistenza di un gruppo di lavoro interno al partito denominato INS, Istitutzione Natzionale Sarda, al quale prendevano parte dapprima gli amministratori locali aderenti a ProgReS e in seguito tutti gli eletti territoriali indipendentisti a prescindere dalla loro appartenenza partitica.

In piena continuità con questa idea e in totale spirito di responsabilità nazionale, oggi come allora, Progetu Repùblica partecipa con i suoi amministratori locali alla Corona de Logu, invitando tutte le forze indipendentiste a fare altrettanto con entusiasmo e collaborazione reciproca.

Il nostro comunicato stampa del 2011, tutt’ora validissimo e attuale, si apriva con una riflessione sugli elementi che possono fare da collante tra gli eletti locali indipendentisti e sulla situazione della nazione e delle comunità che la compongono.

Cosa accomuna gli amministratori? Principalmente lo spirito di dedizione e di servizio verso la propria comunità/paese, la trasparenza nello svolgere l’attività politica pubblica, la capacità di essere propositivi anche quando si sta all’opposizione, la voglia di unire le nostre comunità rispetto a chi invece lavora per dividerle in modo clientelare e a volte ideologico.

Progetu Repùblica, 2011

La realtà dei nostri paesi è fatta di lacerazioni interne profonde che hanno portato alla spartizione dei beni collettivi secondo logiche clientelari che nel lungo periodo hanno allontanato i cittadini dal senso di solidarietà e di mutuo aiuto che per secoli ha regolato la vita e l’economia della nazione sarda.

Progetu Repùblica, 2011

Abbiamo il dovere, per salvare le nostre comunità e farle sentire di nuovo propositive, unite e solidali, di creare momenti d’incontro nei quali serenamente tutti riprendano a progettare il proprio futuro.

Progetu Repùblica, 2011

Lo scopo e il ruolo della Corona de Logu collimano precisamente con gli intenti storici di Progetu Repùblica, per il confronto e il dialogo tra eletti indipendentisti. In particolare l’articolo 11 dello Statuto della Corona de Logu – che descrive le attività per la promozione dell’autodeterminazione del popolo sardo “attraverso lo scambio di idee e buone pratiche, la formazione interna, l’elaborazione di progetti e posizioni comuni sui problemi dei territori sardi e della Sardegna nel suo complesso” – coincide con le strategie profonde che ispirarono il progetto della Istitutzione Natzionale Sarda del 2011.

Per questi motivi abbiamo deciso di creare l’INS – Istitutzione Natzionale Sarda, per far sì che fin da oggi gli amministratori eletti nelle varie istituzioni della nostra nazione possano scambiarsi informazioni, confrontarsi sui temi legati all’amministrazione quotidiana e a tutti gli ambiti in cui si declina il tema della sovranità territoriale, elaborare progetti e proposte, prendere iniziative congiunte in modo da dare più forza al desiderio di sovranità e prosperità dei sardi, in modo da coinvolgere tutte le comunità e gli amministratori di Sardegna in nuove iniziative per il bene della nostra terra.

Progetu Repùblica, 2011

Il convegno sull’assemblea degli eletti indipendentisti del 2012

In occasione della festa nazionale del nostro partito del 2012 – Dies de Festa – Progetu Repùblica ha organizzato un convegno sul ruolo e le strategie di cooperazione degli amministratori locali. Questo appuntamento col senno di poi appare come una vera e propria prova generale dell’assemblea degli eletti indipendentisti.

Parteciparono infatti amministratori territoriali e candidati alle elezioni comunali di Progetu Repùblica e di altri movimenti e partiti di area.

Dies de Festa de ProgReS 2012. Tra gli ospiti l’attuale Presidente della Corona de Logu Davide Corriga

Ricordiamo tra gli altri la presenza di Anghelu Morittu (consigliere municipale di Silanus), Pierluigi Annis (candidato sindaco di Oristano con la lista Aristanis Noa) Luigi Todde (assessore alla cultura di Samugheo), Stefania Piras (candidata alle elezioni di Oniferi), Salvatore Acampora (allora segretario di ProgReS e candidato alle elezioni di Lanusei con la lista Lanusè 2012), Stefano Siddi (consigliere di Terralba), Davide Corriga (eletto a Bauladu, attuale Presidente della Corona de Logu) ed Erik Madau (consigliere di Solarussa).

I nostri amministratori nella Corona de Logu

La presentazione ufficiale della Corona de Logu ha visto quindi la partecipazione entusiasta degli amministratori repubblicani vicini al nostro partito che hanno sottoscritto con emozione lo Statuto della prima istituzione nazionale sarda degli eletti indipendentisti.

Secondo Gabrielli Cossu Cantarella, indipendentista di lungo corso, Presidente della FINS (Natzionale Sarda de Bòcia) nonché consigliere comunale di Pabillonis “la Corona de Logu riprende il filo storico della proposta indipendentista per la creazione di un luogo di crescita per gli amministratori della nostra area. Ricordo – aggiunge – che già in iRS si svilupparono i primi concetti di istituzione nazionale dei sardi, ispirata a simili esperienze nei Paesi Baschi”.

Per Lessandru ‘Bob’ Loi Piras, assessore comunale di Mogoro con delega a Cultura, Turismo e Spettacolo, “è un onore essere tra i fondatori della Corona de Logu. Consentirà a tutti noi di confrontarci sulle dinamiche dell’amministrazione pubblica e su come riuscire a connotare con i nostri temi indipendentisti il nostro agire quotidiano al servizio delle nostre comunità”.

Da parte sua Andrea Riccio, consigliere comunale di Oristano, ha portato il saluto all’assemblea fondativa della Corona de Logu a nome degli indipendentisti oristanesi. “Con fiducia e trasporto salutiamo la nascita della Corona de Logu, elemento fondamentale per il bene e la coesione degli amministratori indipendentisti che potranno confrontarsi sui fondamentali temi della crescita della consapevolezza identitaria del popolo sardo”.

Da parte dei responsabili nazionali di Progetu Repùblica arrivano gli auguri di buon lavoro a tutti i fondatori e partecipanti alla Corona de Logu, con la speranza che la strada di questa assemblea sia lunga e prolifica di nuova classe dirigente competente, onesta, disinteressata, al servizio degli interessi nazionali del popolo sardo.

Progetu Repùblica de Sardigna (ProgReS)