Incontri

La nostra “Marcia del sale”

12 marzo 2013 marcia_sale

di Ilaria Mura Perra
Coordinadora de ProgReS Progetu Repùlica – Aristanis

Esattamente 83 anni fa, il 12 marzo 1930, Mohandas Karanchand Gandhi partì per la famosa “Marcia del Sale”.

La Marcia fu organizzata in India dal Mahatma come manifestazione indipendentista non-violenta contro la tassa sul sale imposta dal governo britannico: seguito da migliaia di sudditi indiani, percorse più di 400 chilometri a piedi in 24 giorni. Lo scopo fu quello di prendere un pugno di sale dalle coste indiane: un gesto simbolico, per rivendicare il diritto del popolo all’utilizzo delle proprie risorse e del proprio territorio. La marcia venne poi repressa dall’esercito dell’impero britannico, che imprigionò Gandhi e altre migliaia di persone. La disobbedienza civile comunque non si fermò e quando Gandhi uscì di prigione, l’anno successivo, venne chiamato dal governo per stipulare un accordo. Venne firmato il cosiddetto “Patto di Delhi”, che prevedeva la liberazione dei prigionieri politici, il diritto dei cittadini alla raccolta del sale per uso domestico e il diritto di boicottare i tessuti del Regno Unito. Solo un passo verso quella che sarebbe stata poi l’indipendenza dell’India.

Continua a leggere: La nostra “Marcia del sale”

Al via il tour di incontri nella regione di Aristanis

11 marzo 2013 Su Progetu

Progetu Repùblica Aristanis esprime soddisfazione per l’ottima riuscita dell’incontro di presentazione tenutosi sabato pomeriggio, nella sala stracolma dell’Assessorato provinciale al Turismo in Piazza Eleonora. Sono circa ottanta le persone venute ad ascoltare e confrontarsi sul progetto di costruzione della Repubblica Sarda.

L’incontro, moderato da Gianluca Collu (responsabile regionale alla comunicazione), è stato aperto dalla neo-coordinatrice regionale Ilaria Mura Perra (28 anni originaria di Samugheo, responsabile marketing per una società di servizi informatici), che ha raccontato ai presenti la nascita di ProgReS e i suoi valori fondativi: Progetu Repùblica nasce nel 2011 a partire da una fase costituente denominata costituente repubblicana per caratterizzare una svolta in senso democratico nell’indipendentismo moderno, si propone come forza di governo in grado di elaborare strategie per il breve, il medio ed il lungo periodo. La democrazia, l’inclusione sociale e la non-violenza sono valori fondamentali presenti nel manifesto politico e da cui non si può prescindere.

Continua a leggere: Al via il tour di incontri nella regione di Aristanis

Su progetu in Aristanis

5 marzo 2013 Su progetu

ProgReS – Progetu Repùblica de Sardigna, sabato 9 marzo ad Oristano, incontrerà i cittadini oristanesi e dell’hinterland per presentare le idee e i progetti di governo per la nostra isola e le sue comunità.

L’incontro sarà il primo di un lungo tour, organizzato dal coordinamento politico della regione di ProgReS Aristanis, che porterà gli attivisti e i sostenitori ad incontrare tutte le 88 comunità che compongono il territorio. Durante queste tappe ProgReS presenterà il nostro progetto per la Sardegna, partendo principalmente da una prospettiva che vede al centro del nostro agire politico l’interesse del popolo sardo. Discuteremo di un progetto politico di ampio respiro, capace di coinvolgere dal basso i cittadini e le forze sane della società, volto a costruire passo per passo una repubblica moderna e di diritto. Porteremo come esempio le amministrazioni virtuose delle comunità dove, con gli indipendentisti al governo, si è già concretamente iniziato questo processo.

Sabato aprirà la presentazione la neo-coordinatrice regionale politica Ilaria Mura Perra, seguita dal responsabile nazionale dell’organizzazione Massimeddu Musu Cireddu. Interverrà il consigliere provinciale di ProgReS Aristanis, Sebastian Madau, per aggiornarci sul lavoro portato avanti in questi ultimi mesi nell’amministrazione provinciale, e il responsabile regionale alla formazione Frantziscu Sanna Carta per presentare i prossimi progetti del partito. Alberto Medda, neo sostenitore, racconterà della sua scelta per un indipendentismo moderno, mentre a chiusura ci saranno i saluti del coordinatore politico nazionale Franco Contu.

Continua a leggere: Su progetu in Aristanis

In prima linea per il riuso dei beni militari

1 marzo 2013 Servi Tu a Selegas

A Cagliari e provincia sono presenti oltre 50 beni militari: spazi e luoghi di notevole pregio urbanistico e naturalistico che potrebbero essere utilizzati per attività sociali, culturali, artistiche ed ambientali. Abbiamo ad esempio: Monte Urpinu, Calamosca, gli stabilimenti balneari del Poetto (puoi visionare l’elenco completo su http://servitumilitari.progeturepublica.net).

Mentre in città appare evidente l’inadeguatezza della classe politica autonomista – incapace di gestire le risorse che lo Stato dismette – sul territorio provinciale esistono esempi virtuosi. È il caso dell’amministrazione comunale di Selegas che, una volta ottenuta la dismissione dell’ex deposito munizioni Pranu Seuni, ha messo a punto un progetto per ridare vita all’area.

ProgReS Progetu Repùblica plaude a queste pratiche di buon governo locale, e crede che solo con l’impegno delle cittadine e dei cittadini – uniti al mondo delle associazioni – si possano compiere analoghi passi in avanti in città. Per il bene della collettività.

Continua a leggere: In prima linea per il riuso dei beni militari

Agricoltura e Filiera corta

25 febbraio 2013 Agricoltura e Filiera Corta

ProgReS – Progetu Repùblica Sulcis Iglesiente organizza per sabato 2 marzo la tavola rotonda “Agricoltura e filiera corta”. L’incontro si terrà presso la Miniera di Serbariu a Carbonia, a partire dalle 17:30.

Lo scopo di questa tavola rotonda è quello di conoscere e far conoscere alcuni protagonisti delle piccole filiere corte locali e non con i cittadini del Sulcis Iglesiente, per promuovere un dialogo e una riflessione che favorisca relazioni di collaborazione e di coscienza relative alla cultura del prodotto a km zero, sia quelle giá esistenti, che quelle potenzialmente migliorabili, quindi capire le dinamiche che sottendono i rapporti tra grande distribuzione e consumatore finale.

Parlare di questo significa per ProgReS iniziare a riflettere sui problemi legati ai nostri consumi primari e quindi alle future scelte politiche nel settore alimentare, sia nel Sulcis Iglesiente ma anche nell’intera Sardegna.

Continua a leggere: Agricoltura e Filiera corta

Un bollo nero sulla politica italiana a Urzulei

22 febbraio 2013 Urzulei

Acqua razionata, e guardia medica assente. Dimenticati dalla politica, i cittadini di Urzulei rinunciano al voto e consegnano le schede elettorali. La protesta mette in risalto la difficoltà di una comunità nel riconoscersi in questa politica che in tempi elettorali promette ciò che al cittadino spetterebbe di diritto.

Ma a Urzulei non accade neppure questo, nessun politico ha fatto della battaglia di questo paese la propria battaglia, non è stata presentata nessuna ampolla magica, nessun giuramento pagano e nessun contratto. Ai cittadini dell’Ogliastra è stato dato solo qualche minuto in TV a testimoniare la sua esistenza.

Per una nazione non può esserci sconfitta più grande se non quella di vedere il proprio popolo che rinunciare ai suoi diritti.

Per questo motivo ProgReS Progetu Repùblica esprime la propria solidarietà ai cittadini di Urzulei esortandoli a prendere parte alle elezioni, a non rinunciare a quel diritto inalienabile che è il voto. ProgReS porta avanti la campagna del Bollo Nero proprio per invitare i cittadini ad esprimere con un gesto forte il proprio dissenso verso questa politica che non ha più nulla da dare alle nostre comunità.

Per tutti i cittadini di Urzulei che vorranno esercitare il diritto all’annullamento del voto ProgReS informa che i bolli neri sono disponibili nel bar di Piazza Fontana “Il Gufo”.

Un Bollo Nero sulla politica italiana a Nùoro

20 febbraio 2013 bollo nero

Gli attivisti di Progetu Repùblica Nùgoro allestiranno dei banchetti informativi nella centralissima Piazza del Popolo giovedì 21 e venerdì 22 febbraio dalle ore 10 alle 14 e dalle 16 alle 20, per presentare l’iniziativa “bollo nero”, la campagna per l’annullamento consapevole del voto tramite l’apposizione di un bollo adesivo sulla scheda elettorale.

È giunto il momento che i cittadini sardi si assumano la responsabilità di un reale rinnovamento politico, sociale ed economico dell’isola senza più delegare a quei partiti che si sono resi responsabili della grave crisi in cui versa la Sardegna.

L’elettorato sardo costituisce appena il 2,8% dell’elettorato dello Stato italiano, una percentuale che non può influire in alcun modo sui processi decisionali che avvengono all’esterno della Sardegna.

Continua a leggere: Un Bollo Nero sulla politica italiana a Nùoro